FAQ

 Domande frequenti sulla fototerapia UVB-NB

Questa pagina fornisce informazioni sulla fototerapia UVB-NB, un trattamento che utilizza specifiche lunghezze d'onda dello spettro naturale del sole per trattare disturbi della pelle fotoreattivi come psoriasi, vitiligine e dermatite atopica (eczema), nonché carenza di vitamina D. I dispositivi per fototerapia creano i raggi ultravioletti B (UVB) a lunghezza d'onda corta o i raggi ultravioletti A (UVA) più lunghi. La luce UV produce reazioni biologiche all'interno della pelle che portano alla scomparsa delle lesioni. Gli UVB sono l’unica banda di luce che produce vitamina D nella pelle umana.

Questa pagina fornisce anche le risposte alle domande più frequenti sulla fototerapia UVB-NB, inclusa la sua sicurezza, quanto spesso vengono assunti i trattamenti, quanto sono lunghi i tempi di trattamento, come prendere un trattamento, quanto tempo ci vuole per ottenere risultati e se si otterranno abbronzarsi utilizzando un apparecchio domiciliare per fototerapia UVB. Inoltre, la pagina fornisce informazioni sui diversi modelli SolRx disponibili per l'acquisto, le loro caratteristiche e prezzi, nonché informazioni su manutenzione, garanzia e copertura assicurativa.

Cos’è la fototerapia ultravioletta (UV)?

La fototerapia ultravioletta (UV) è l'uso di specifiche lunghezze d'onda dello spettro naturale del sole per il trattamento di disturbi cutanei fotoresponsivi come psoriasi, vitiligine e dermatite atopica (eczema); e per il trattamento della carenza di vitamina D. I dispositivi per fototerapia creano i raggi ultravioletti B (UVB) a lunghezza d'onda corta o i raggi ultravioletti A (UVA) più lunghi. La luce UV produce reazioni biologiche all'interno della pelle che portano alla scomparsa delle lesioni. Gli UVB sono l’unica banda di luce che produce vitamina D nella pelle umana.

La fototerapia UVB domiciliare funzionerà per me?

Il modo migliore per determinare se la fototerapia UVB domiciliare funzionerà per te è prima ottenere una diagnosi corretta dal tuo medico e, se giustificato, sottoporsi a trattamenti presso una clinica di fototerapia vicino a te per vedere se è efficace. I dispositivi SolRx utilizzano esattamente le stesse lampadine UVB utilizzate in clinica, quindi se i trattamenti clinici si rivelano efficaci, ci sono ottime possibilità che funzioni anche la fototerapia domiciliare, come supportato da questo studio medico su venticinque SolRx UVB-Narrowband home unità nell’area di Ottawa: “Le unità domiciliari a raggi ultravioletti B a banda stretta sono un'opzione praticabile per la terapia continua o di mantenimento delle malattie della pelle fotoreattive?"

Se non puoi frequentare una clinica di fototerapia, la tua risposta alla luce solare naturale è solitamente un buon indicatore. La condizione della tua pelle migliora in estate? Hai mai preso deliberatamente l'esposizione al sole per migliorare la tua pelle? Fai vacanze in climi soleggiati per schiarire la pelle? Hai avuto qualche successo nel curare la psoriasi utilizzando apparecchiature abbronzanti?

Nota: le apparecchiature cosmetiche abbronzanti emettono principalmente luce UVA (che di per sé non è efficace per la psoriasi) e solo una piccola quantità di UVB (fino a un massimo regolamentato dal governo di circa il 5%), quindi alcuni pazienti affetti da psoriasi traggono beneficio dall'abbronzatura; anche se insieme a una grande quantità di energia UVA non necessaria. Per centinaia di commenti da parte di utenti effettivi di fototerapia domiciliare, visita il nostro Storie pazienti .

Quanto è sicura la fototerapia ultravioletta?

Come con la luce solare naturale, l’esposizione ripetuta alla luce ultravioletta può causare l’invecchiamento precoce della pelle e un aumento del rischio di cancro della pelle. Tuttavia, quando si utilizzano solo gli UVB e si escludono gli UVA, molti decenni di uso medico hanno dimostrato che queste sono solo preoccupazioni minori. In effetti, la fototerapia UVB è priva di farmaci ed è sicura per i bambini e le donne in gravidanza.

Quando questi rischi relativamente minori della fototerapia UVB vengono valutati rispetto ai rischi di altre opzioni di trattamento, che spesso comportano forti prescrizioni di farmaci o addirittura iniezioni, la fototerapia UVB risulta solitamente essere la migliore opzione di trattamento, o almeno l’opzione di trattamento che dovrebbe essere provata dopo i farmaci topici come gli steroidi e il dovonex si sono dimostrati minimamente efficaci.

Molti governi pubblicano un “formulario” per ciascun farmaco biologico in cui si afferma che la fototerapia deve essere tentata prima che il biologico possa essere prescritto, ma sfortunatamente spesso con l’avvertenza “(a meno che non accessibile)”, che troppo spesso spinge i pazienti verso soluzioni più rischiose, costose, e farmaci biologici non necessari.

Inoltre, è stato dimostrato che i farmaci biologici per la psoriasi perdono la loro efficacia piuttosto rapidamente per molti ORBIT studio su 703 cicli di trattamento biologico in cui si afferma: “La sopravvivenza mediana complessiva del farmaco è stata di 31.0 mesi”. Ciò significa che entro 31 mesi la metà dei pazienti aveva interrotto il trattamento perché il farmaco biologico aveva perso la sua efficacia. Lo studio ORBIT è stato pubblicato nell'edizione di giugno 2016 del Journal of American Academy of Dermatology (JAAD). In confronto, la fototerapia UVB può essere utilizzata in modo sicuro ed efficace per molti decenni, con il vantaggio di produrre allo stesso tempo naturalmente grandi quantità di vitamina D nella pelle del paziente, con benefici per la salute di tutto il corpo.

Altre considerazioni pratiche sulla sicurezza con la fototerapia sono che tutte le persone esposte alla luce UV devono indossare una protezione per gli occhi, con i pazienti che indossano gli occhiali anti-UV forniti con il dispositivo SolRx e con i maschi che coprono sia il pene che lo scroto utilizzando un calzino, a meno che tale area è affetto. 

Per impedirne l'uso non autorizzato, tutti i dispositivi SolRx sono dotati di sezionatore della rete elettrica con chiave estraibile e occultabile. Ciò è di particolare valore se sono presenti bambini in giro o se ci sono persone che potrebbero confondere il dispositivo con una macchina abbronzante e impiegare molto più tempo di trattamento di quanto raccomandato, con conseguente grave ustione della pelle. L'interruttore facilita inoltre la disconnessione elettrica del dispositivo, proteggendolo da possibili danni da sovratensione, ad esempio da un fulmine. 

Con quale frequenza vengono effettuati i trattamenti e quanto sono lunghi i tempi di trattamento?

Raccomandazioni per tempo di trattamento (dose) e frequenza (numero di giorni alla settimana) sono previsti nella psoriasi, nella vitiligine o nell'eczema Tabella delle linee guida sull'esposizione nel manuale utente del dispositivo. In tutti i casi, il paziente inizia sempre con un tempo di trattamento (dose UVB) sufficientemente basso per garantire che non subisca ustioni cutanee, che in genere dura solo pochi secondi per area di trattamento. Quindi, se i trattamenti vengono assunti regolarmente secondo il programma di trattamento, i tempi di trattamento vengono gradualmente aumentati, possibilmente fino a diversi minuti, quando la pelle potrebbe mostrare la comparsa di un'ustione molto lieve, che rappresenta la dose massima. I risultati dell’ultimo trattamento e il numero di giorni trascorsi dall’ultimo trattamento vengono utilizzati per determinare la durata del trattamento corrente. Il paziente continua su questa base finché la pelle non diventa significativamente chiara, il che può richiedere 40 o più trattamenti nell'arco di diversi mesi o più. Quindi, per il mantenimento, i tempi e la frequenza del trattamento possono essere ridotti poiché il paziente trova un equilibrio tra la minimizzazione dell'esposizione ai raggi UV e le condizioni della propria pelle. I trattamenti di mantenimento possono continuare così per molti decenni, risolvendo sostanzialmente il problema in modo naturale e senza farmaci. Molte migliaia di pazienti sottoposti a fototerapia UVB a banda stretta a domicilio lo hanno dimostrato.

Nel psoriasi, la durata del trattamento iniziale dipende dal tipo di pelle del paziente (pelle da chiara a scura). Durante la fase di “eliminazione”, i trattamenti vengono effettuati da 3 a 5 volte a settimana e per molti è ideale ogni due giorni. Dopo aver ottenuto una compensazione significativa, inizia la fase di “manutenzione”; i trattamenti vengono effettuati da tre volte a settimana a non vengono effettuati affatto, con tempi di trattamento ridotti di conseguenza.

Nel vitiligine, i trattamenti vengono solitamente effettuati due volte a settimana, mai in giorni consecutivi. I tempi di trattamento sono generalmente inferiori a quelli della psoriasi.

Nel dermatite atopica (eczema), i trattamenti si effettuano solitamente 2 o 3 volte a settimana, mai in giorni consecutivi. I tempi di trattamento sono compresi tra quelli della psoriasi e della vitiligine.

Nel La carenza di vitamina D, Solarc fornisce un documento supplementare chiamato "Supplemento al manuale per l'utente della vitamina D“, che suggerisce l’utilizzo delle Tabelle Guida all’esposizione alla psoriasi. Per ripristinare rapidamente i livelli ematici di vitamina D, i trattamenti a giorni alterni sono ideali per molti pazienti. Per il mantenimento continuo della vitamina D, dosi di UVB inferiori al massimo possono essere piuttosto efficaci. Solarc è un forte sostenitore della fototerapia UVB a banda stretta a basso dosaggio per la vitamina D e la salute generale.

Come faccio a prendere un trattamento?

s5-326-lampada-per-fototerapia-espandibile-fotoPer i dispositivi Full Body alti 6 piedi come SolRx Serie E e Serie 1000, il primo passo è inserire la chiave nel dispositivo e accenderlo in modo che il timer richiami e visualizzi l'ultima impostazione del tempo di trattamento. Quindi il paziente (o la persona responsabile) decide se il tempo di trattamento deve essere aumentato o diminuito in base alla reazione della pelle al trattamento precedente e al numero di giorni trascorsi dall'ultimo trattamento, utilizzando i suggerimenti forniti nelle tabelle delle linee guida sull'esposizione SolRx. Una volta impostato il tempo, il paziente copre le aree che non necessitano di trattamento (come eventualmente il viso o i genitali maschili), indossa gli occhiali protettivi UV forniti, si posiziona in modo che la pelle sia a 8-12 pollici dalla parte anteriore del dispositivo e spinge il pulsante START per accendere le luci. Una volta completata la prima posizione di trattamento, il timer emette un segnale acustico e le luci si spengono automaticamente. Il paziente quindi riposiziona e ripete le altre posizioni di trattamento. Per i dispositivi larghi, a volte sono necessarie solo due posizioni di trattamento: anteriore e posteriore. Per i dispositivi stretti, spesso sono necessarie quattro posizioni di trattamento: anteriore, posteriore, sinistra e destra. Una sessione di trattamento completa dura poco più del tempo in cui le luci sono accese, che di solito ammonta a meno di 5 o 10 minuti. Molte persone assumono il trattamento immediatamente dopo la doccia o il bagno, che esfolia la pelle morta per migliorare la trasmissione della luce e lava via i materiali estranei sulla pelle che potrebbero causare una reazione avversa.

 

 

 

Per i dispositivi della serie 500, la procedura è simile, ma per i trattamenti “mani e piedi” è necessario utilizzare il cappuccio rimovibile in modo che solo le aree interessate siano esposte, con le mani/piedi posizionati sulla protezione del filo e spostati periodicamente. Per il trattamento “Spot”, la distanza di trattamento è di 8 pollici dalle lampadine e vengono adottate più posizioni di trattamento della pelle, solitamente con l’unità di illuminazione principale sul giogo (supporto) in modo che possa essere ruotata secondo necessità. I tempi di trattamento spot sono più lunghi dei tempi di trattamento mani e piedi perché la pelle è più lontana dalla fonte di luce.

 

p1013455-300x225Per il dispositivo portatile serie 100, la procedura è simile, ma la bacchetta può essere posizionata a diretto contatto con la pelle per la massima irradianza (potenza luminosa) da un dispositivo a potenza relativamente bassa (18 watt). Con la spazzola UV opzionale installata, può essere utilizzata per la psoriasi del cuoio capelluto, ma i tempi di trattamento sono notevolmente più lunghi a seconda di quanto i capelli bloccano la trasmissione dei raggi UV alla pelle del cuoio capelluto. La serie 100 ha molte altre caratteristiche innovative: per ulteriori informazioni, consultare le pagine dei prodotti della serie 100.

Per tutti i dispositivi è importante non sovrapporre in modo significativo le aree da trattare perché ciò potrebbe causare sovraesposizione localizzata e scottature.

Quanto tempo ci vuole per ottenere risultati?

In genere, una certa remissione è evidente dopo solo poche settimane, mentre una guarigione più avanzata richiede da due a sei mesi e talvolta fino a un anno nei casi peggiori. Una volta che la pelle si è notevolmente schiarita (o ripigmentata nel caso della vitiligine), i tempi e la frequenza del trattamento possono solitamente essere ridotti e la pelle mantenuta in condizioni sane per molti decenni.

Un vantaggio è che ogni trattamento UVB produce grandi quantità di vitamina D nella pelle con benefici per la salute generale.

Mi abbronzerò utilizzando un dispositivo di fototerapia UVB domestico?

Alcune persone riferiscono di essersi abbronzate e altre no. È noto che i raggi UVB creano più melanociti nella pelle, le cellule necessarie per ottenere il massimo scurimento della pelle, ma la luce UVA è il principale contributore all'abbronzatura. Anche i dosaggi giocano un ruolo importante. Il Manuale dell'utente SolRx fornisce tempi di trattamento conservativi. Non è stata segnalata un'abbronzatura eccessiva. È più probabile che si verifichi un temporaneo arrossamento della pelle (chiamato eritema) se il dosaggio si avvicina al massimo. L'arrossamento della pelle solitamente scompare entro un giorno.

Da quanto tempo viene utilizzato il trattamento di fototerapia ultravioletta?

finsen_lamp

Una lampada Finsin utilizzata agli inizi del '1900

Utilizzando la luce solare o “elioterapia” per il trattamento delle malattie della pelle esiste da oltre 3,500 anni. L'ingestione di estratti in combinazione con l'esposizione alla luce solare veniva utilizzata dalle antiche civiltà egiziane e indiane come trattamento per il leucoderma, che viene chiamato vitiligine se non è preceduto da un'altra causa. La fototerapia moderna iniziò quando Niels Finsen sviluppò nel 1903 una lampada che emetteva raggi chimici usati per curare la tubercolosi, cosa che gli valse un premio Nobel.

I benefici della fototerapia UV per la psoriasi sono stati riconosciuti già da tempo dalla comunità medica 1925 da uno studio sugli effetti della luce solare naturale sui pazienti affetti da psoriasi. I dispositivi fluorescenti per produrre luce UV per il trattamento della psoriasi sono in uso da oltre 60 anni e oggi esiste una clinica di fototerapia nella maggior parte delle città, di solito in un ospedale o in uno studio di dermatologo. Le unità abitative sono un fenomeno più recente, poiché i costi inferiori le hanno rese più accessibili alla persona media.

I nostri corpi si sono evoluti in un ambiente bagnato dalla luce ultravioletta, quindi abbiamo sviluppato risposte per utilizzare la luce in modo benefico (Fotosintesi della vitamina D) e per proteggerci dalla sovraesposizione (abbronzatura). I nostri stili di vita moderni; essere completamente vestiti, avere protezione dal sole e molti di noi vivono a latitudini estreme nord/sud; ha ridotto significativamente la nostra esposizione ai raggi UV, ha abbassato il nostro apporto di vitamina D e ha contribuito a problemi di salute in alcuni.

Per ulteriori approfondimenti suggeriamo la lettura Storia della fototerapia in dermatologia.

Quali sono i vantaggi della fototerapia domiciliare rispetto a quella clinica?

Il più grande vantaggio della fototerapia domiciliare è l’enorme risparmio di tempo che consente pur fornendo un sollievo fototerapico totalmente efficace. Per coloro che si sono recati in una clinica di fototerapia, la comodità del trattamento domiciliare elimina problemi di programmazione, visite mancate e costi di viaggio. Inoltre, quando i trattamenti si svolgono nell'intimità di casa tua, puoi passare direttamente dalla doccia o dal bagno alle luci mentre sei ancora nudo. Per coloro che vivono troppo lontano da una clinica di fototerapia, un'unità UVB domestica può essere l'unica opzione ragionevole e potrebbe impedire di assumere farmaci sistemici rischiosi come i farmaci biologici.

La fototerapia domiciliare funziona? Sicuramente lo fa: dai un'occhiata a questo Studio medico domestico UVB-banda stretta di venticinque dispositivi SolRx nell'area di Ottawa. Dai un'occhiata a PubMed e troverai molti altri studi come il KOEK studio.

Per vedere cosa hanno da dire gli utenti effettivi della fototerapia domiciliare; visita uno dei nostri Storie pazienti .

Nota: come condizione di vendita, l'uso di un dispositivo di fototerapia domiciliare SolRx richiede esami cutanei di follow-up regolari da parte di un medico almeno una volta all'anno.

È possibile trattare le palpebre?

La luce ultravioletta può danneggiare gravemente gli occhi, pertanto gli occhiali protettivi UV forniti con ogni dispositivo SolRx devono essere indossati durante ogni trattamento. Tuttavia, per citare il libro del famoso dermatologo Dr. Warwick Morison: Fototerapia e fotochemioterapia delle malattie della pelle; "Un'eccezione occasionale può essere fatta in pazienti con malattia recalcitrante delle palpebre o della pelle periorbitale, a discrezione del medico." Quindi, con la guida del medico, è così può sarebbe ragionevole irradiare le palpebre, ma solo se le palpebre vengono tenute chiuse per l'intero trattamento in modo che la luce ultravioletta non raggiunga direttamente l'occhio. La pelle della palpebra è abbastanza spessa da impedire il passaggio della luce UVB attraverso la pelle della palpebra e nell'occhio.

Quale modello SolRx dovrei acquistare?

Ci sono diverse considerazioni quando si sceglie un modello di dispositivo per fototerapia SolRx. Abbiamo una pagina web dedicata ad aiutarti a fare la scelta giusta. Si prega di consultare il nostro Guida alla selezione della fototerapia domiciliare.

Quanto durano le lampadine UV?

Nell'utilizzo tipico della fototerapia domestica, l'esperienza ha dimostrato che le lampadine Philips UVB a banda stretta durano solitamente dai cinque ai dieci anni. Le lampadine fluorescenti perdono gradualmente potenza nel tempo, tanto che nel corso degli anni i tempi di trattamento sono forse il doppio di quelli delle nuove lampadine, ma il tipo di luce rimane costante (ha quasi lo stesso profilo spettroradiometrico relativo). La decisione di sostituire le lampadine dipende quindi principalmente dalla tolleranza del paziente a tempi di trattamento più lunghi. Le lampade UVB sono molto specializzate e costano dai 50 ai 120 dollari ciascuna. Per saperne di più sulle lampadine per fototerapia, visita il nostro Bulbi .

I modelli SolRx con più lampadine sono dispositivi fisicamente più grandi?

Tutti i dispositivi della serie 100 hanno 2 lampadine e hanno tutti le stesse dimensioni.

Tutti i dispositivi della serie 500 utilizzano gli stessi componenti del telaio in acciaio e differiscono solo per il numero di lampadine installate. 

La famiglia di dispositivi E-Series dispone di 3 diverse dimensioni del telaio. IL Piccolo la dimensione del telaio ospita 2 lampadine (E720). IL Medio la dimensione del telaio può ospitare 4 o 6 lampadine (E740 o E760). IL Grande la dimensione del telaio ospita 8 o 10 lampadine (E780 o E790). Queste dimensioni del telaio sono tutte identiche in altezza e profondità. È solo la larghezza dell'unità che cambia per ciascuna dimensione del telaio. 

Di quanto spazio ho bisogno per un sistema espandibile/multidirezionale SolRx E-Series?

Le Serie E SolRx è un sistema espandibile che può essere dal più piccolo dispositivo per tutto il corpo alto 6 piedi fino a un'unità di fototerapia per tutto il corpo multidirezionale molto più grande che può colpire i fianchi.

Tutte le unità Master e Add-On della Serie E sono disponibili in tre dimensioni di telaio:

Telaio piccolo – 12″ di larghezza (E720),

Telaio medio: larghezza 20.5″ (E740 o E760) e

Telaio grande – larghezza 27″ (E780 o E790). 

Man mano che vengono aggiunti più dispositivi aggiuntivi della Serie E su uno o entrambi i lati del Master, il sistema si espande e si regola in modo da circondare il corpo del paziente, che occupa più spazio sul pavimento ma può quindi essere ripiegato per essere riposto. La Serie E ha molte possibili configurazioni di assemblaggio, ciascuna delle quali occupa diverse quantità di spazio.

Come posso impedire ad altri di utilizzare il mio dispositivo SolRx?

Primo piano della serratura della serie 100Per impedire ad altri di utilizzare il tuo dispositivo, tutti i dispositivi SolRx sono dotati di un sezionatore elettrico di rete con chiave estraibile e nascosta. Questa caratteristica è importante se ci sono bambini in giro, o nel caso qualcuno confonda il dispositivo per una macchina abbronzante e faccia un trattamento molto più lungo di quanto raccomandato, il che comporterebbe un grave ustione della pelle. Il rischio è significativo perché i trattamenti abbronzanti durano in genere molto più a lungo rispetto ai trattamenti medici UVB.

Il deviatore è utile anche per disconnettere elettricamente il dispositivo per proteggerlo da potenziali danni dovuti a sbalzi di tensione, ad esempio causati da un fulmine.  

Che manutenzione richiede un dispositivo di fototerapia domiciliare?

L'unica manutenzione richiesta è la pulizia occasionale delle lampadine e dei riflettori utilizzando un comune detergente per vetri. Consigliamo inoltre di controllare periodicamente la precisione del timer digitale. Le istruzioni di manutenzione appropriate sono fornite nel Manuale dell'utente SolRx. Ad esempio, un buon modo per pulire la serie 500 è portarla all'esterno e soffiarla con aria compressa pulita.

Dovrei utilizzare i raggi UVA o UVB per la fototerapia domiciliare?

Per quasi tutti, gli UVB sono la migliore opzione di trattamento, con gli UVB a banda stretta che sono i preferiti: quasi sempre è il trattamento fototerapico ad essere provato per primo.

I raggi UVA sono meno desiderabili perché richiedono l’uso del farmaco metoxsalene (Psoralene), assunto per via orale o in un “bagno” pretrattamento, e dosi attentamente misurate di luce UVA utilizzando un esposimetro. Questi cosiddetti trattamenti “PUVA” hanno maggiori effetti collaterali e sono più difficili da somministrare a casa rispetto agli UVB. La PUVA è quindi solitamente riservata ai casi peggiori ed è meglio eseguirla in una clinica. La fototerapia domiciliare UVB non richiede l'uso di alcun farmaco per essere efficace, e non richiedono l'uso di un esposimetro UVB.

La fototerapia domiciliare UVB può essere utilizzata anche in combinazione con farmaci topici applicati direttamente sulle lesioni per una maggiore efficacia, meglio applicati dopo la seduta di fototerapia. Ad esempio: preparati di catrame (LCD), steroidi e calcipotriene (Dovonex, Dovobet, Taclonex).

Qual è la garanzia?

Solarc è certificato ISO-13485 (dispositivo medico). Utilizziamo solo componenti e metodi di produzione della massima qualità nella costruzione della nostra famiglia SolRx di dispositivi per fototerapia UV, ottenendo un eccellente track record di affidabilità.

Quando viene utilizzato per Casa fototerapia, c'è a quattro anni di garanzia sul dispositivo e un ineguagliabile garanzia limitata di un anno sulle lampadine.

Quando utilizzato in a Clinica, c'è un garanzia di due anni sul dispositivo e un ineguagliabile Garanzia limitata di 6 mesi sulle lampadine.

È esclusa la normale usura, ad esempio le lampadine sono consumabili e sono garantite solo in caso di guasto prematuro.

Esclusivamente per i clienti canadesi, la garanzia del dispositivo è estendibile a cinque (5) anni se l'acquisto del dispositivo viene effettuato utilizzando Interac E-Transfer anziché una carta di credito.

Per la dichiarazione di garanzia completa, visitare il nostro Garanzia .

Ho bisogno di una prescrizione?

La prescrizione del medico lo è opzionale per spedizioni canadesi e internazionali, e obbligatorio per le spedizioni negli Stati Uniti.

Nel I canadesi, una prescrizione è utile solo se stai cercando di ottenerla rimborso da parte della compagnia di assicurazione sanitaria del datore di lavorooppure potrebbe essere necessario effettuare un prelievo dal conto delle spese sanitarie. Per far valere il diritto non è necessaria la prescrizione Credito d'imposta per spese mediche (METC) sulla dichiarazione dei redditi canadese; tutto ciò di cui hai bisogno è la fattura di Solarc.

Per i pazienti in Stati Uniti, è richiesta una prescrizione per legge ai sensi del Codice dei regolamenti federali degli Stati Uniti 21CFR801.109 "Dispositivi di prescrizione".

Indipendentemente dal fatto che sia necessaria o meno una prescrizione, Solarc consiglia a tutti i pazienti di chiedere il parere di un operatore sanitario prima di acquistare un dispositivo medico per terapia con luce UV SolRx.

Per ulteriori informazioni, incluso ciò che la prescrizione dovrebbe diree come inviarlo a Solarc, consultare il nostro Prescrizioni .

La mia compagnia assicurativa mi aiuterà con i costi?

Molte compagnie assicurative come Manulife riconoscono le apparecchiature per fototerapia domiciliare come apparecchiature mediche durevoli (DME) e aiuteranno con parte o tutto l'acquisto iniziale. A volte; tuttavia, ciò richiede molta perseveranza perché un “apparecchio per fototerapia domiciliare” di solito non è presente nell'elenco dei dispositivi pre-approvati della compagnia assicurativa. Alcune compagnie assicurative potrebbero rifiutare la copertura per la vitiligine sostenendo che si tratta semplicemente di un problema estetico. I migliori risultati si ottengono indirizzando la richiesta al personale più esperto delle risorse umane e sostenendo che il dispositivo farà risparmiare sui costi dei farmaci e migliorerà la qualità della vita. Lettera di un medico e/o prescrizione è anche utile. Solarc continua a lavorare per convincere tutte le compagnie assicurative a coprire questa soluzione sicura, efficace, a basso costo e a lungo termine per molti disturbi della pelle.

Se non è possibile ottenere la copertura della compagnia assicurativa, è comunque possibile richiederla come credito d'imposta per spese mediche (METC) ammissibile nella dichiarazione dei redditi canadese. Vedi anche il nostro Consigli per il rimborso assicurativo .

Posso richiedere un dispositivo SolRx sulla mia dichiarazione dei redditi canadese?

Sì, un dispositivo di fototerapia domiciliare SolRx è un credito d'imposta per spese mediche (METC) consentito sulla dichiarazione dei redditi canadese e non è necessaria una prescrizione per presentare tale richiesta, è necessaria solo la fattura Solarc.

Qual è la differenza tra UVB a banda larga e UVB a banda stretta?

Le tradizionali lampadine UVB “a banda larga” emettono luce in un'ampia gamma che comprende sia le lunghezze d'onda terapeutiche specifiche per il trattamento delle malattie della pelle, sia le lunghezze d'onda più corte responsabili delle scottature solari. L’abbronzatura ha un beneficio terapeutico negativo, aumenta il rischio di cancro della pelle e limita la quantità di UVB terapeutico che può essere assunto.

Le lampadine UVB “a banda stretta”, invece, emettono luce su una gamma molto breve di lunghezze d’onda concentrate nell’intervallo terapeutico intorno a 311 nanometri (nm). La banda stretta UVB è quindi teoricamente più sicura ed efficace della banda larga UVB, ma richiede tempi di trattamento più lunghi o apparecchiature con più lampadine per raggiungere la stessa soglia di dosaggio. La banda stretta UVB ora domina le vendite di nuove apparecchiature in tutto il mondo (oltre il 99% di tutti i dispositivi Solarc sono ora a banda stretta UVB), ma la banda larga UVB probabilmente avrà sempre un ruolo nei casi più difficili.

I modelli UVB a banda stretta di Solarc hanno n suffissi “UVB-NB” o “UVBNB” nel numero di modello. I modelli a banda larga hanno solo il suffisso “UVB”. Controllo Comprendere la fototerapia UVB a banda stretta per maggiori informazioni.

Cos'è un dosimetro e ne ho bisogno?

L'irradianza (luminosità) delle lampade fluorescenti varia in base a molti fattori, tra cui l'età della lampadina, la tensione di alimentazione e la temperatura della parete della lampadina. UN dosimetro è un sistema di controllo che misura costantemente l'irradiamento secondo per secondo ed esegue calcoli utilizzando l'equazione TEMPO = DOSE / IRRADIANZA per spegnere il dispositivo quando viene raggiunta una dose preimpostata. La dosimetria è utile negli ambulatori di fototerapia, dove l'irradiazione è molto variabile, ad esempio dove le lampadine vengono rinnovate frequentemente e quando i pazienti potrebbero utilizzare dispositivi diversi. I dosimetri richiedono una calibrazione ogni anno circa e soffrono di campionamento dell'irradianza di solo uno o due bulbi che potrebbero non essere rappresentativi dell'intero dispositivo.

In confronto, home i dispositivi di fototerapia vengono utilizzati in modo molto più coerente dallo stesso paziente utilizzando le stesse lampadine nello stesso modo, ottenendo trattamenti prevedibili e ripetibili. A questo scopo, un semplice timer per il conto alla rovescia si è dimostrato efficace perché è facile da capire, ha un costo iniziale inferiore e non richiede costose calibrazioni annuali. Solarc ha venduto oltre 10,000 dispositivi per fototerapia domestica e non ha mai offerto un dosimetro. Semplice è meglio.

Se necessario, posso cambiare il tipo di banda UV in un dispositivo SolRx?

Dipende perché non tutte le famiglie di dispositivi SolRx hanno lampadine dimensionalmente intercambiabili disponibili per tutti e quattro i comuni tipi di banda d'onda UV: UVB-banda stretta, Banda larga UVB, UVA ed UVA-1. I dispositivi SolRx serie 1000 e 500 hanno tutti e quattro i tipi di banda d'onda disponibili, la serie SolRx E non ha UVA-1 e la serie SolRx 100 non ha UVA. Solarc non produce alcun manuale utente UVA o UVA-1, pertanto è necessario consultare il proprio medico per i protocolli di trattamento. Solarc potrebbe anche essere in grado di aiutare fornendo informazioni dalla nostra biblioteca. Quando si modificano i tipi di banda d'onda, è importante modificare l'etichettatura del dispositivo per elencare il tipo di banda d'onda corretto; in caso contrario, il dispositivo potrebbe essere scambiato per qualcosa che non è e il paziente potrebbe subire gravi ustioni. Per ulteriori informazioni sui tipi di banda d'onda, consultare la parte inferiore del Guida alla scelta.

Qual è la relazione tra tempo di trattamento, dose e irradianza del dispositivo?

Esiste una semplice relazione lineare tra tempo di trattamento, dose ed irraggiamento del dispositivo, è:

TEMPO (secondi) = DOSE (mJ/cm^2) ÷ IRRADIAMENTO (mW/cm^2)

IRRADIANZA è la potenza luminosa UV del dispositivo per unità di superficie, che per la fototerapia medica è solitamente espressa in milliWatt per centimetro quadrato. Consideralo come l'intensità della luce o la luminosità. È simile all’uso di “Lumens” quando si fa invece riferimento alla luce visibile.  

DOSE è l'energia fornita per unità di superficie. Per la fototerapia medica viene solitamente espresso in milliJoule per centimetro quadrato. Quando viene raggiunta una determinata dose di UVB, la pelle umana manifesta bruciore, noto anche come eritema.

ORARIO in questa equazione è espresso in secondi.

Esempio: un modello SolRx serie 100 n. 120UVB-NB posizionato direttamente sulla pelle del paziente ha un'irradianza nominale del dispositivo UVB a banda stretta di 10 mW/cm^2. Se si desidera una dose per area cutanea di 300 mJ/cm^2, il tempo necessario è 300/10=30 secondi.

Ogni dispositivo Solarc è stato testato per determinarne il valore di irraggiamento nominale del dispositivo. Tale valore di irradianza viene utilizzato insieme ai protocolli di trattamento riconosciuti per generare i tempi di trattamento nelle tabelle delle linee guida per l'esposizione nel Manuale dell'utente.

Quali sono i requisiti elettrici?

Le unità di fototerapia SolRx si collegano a qualsiasi presa elettrica a muro standard da 120 volt, con messa a terra, a 3 poli comune a quasi tutte le case del Nord America. Non ci sono requisiti elettrici speciali. Sono disponibili anche alcuni dispositivi da 230 volt per altre parti del mondo – vedere più in basso per la domanda FAQ: Solarc dispone di dispositivi a 230 volt?

I valori di corrente CA a 120 volt CA sono:

Espandibile serie E: È possibile collegare elettricamente insieme un totale di cinque (5) dispositivi a 2 lampadine, per un totale di circa 8 A.

Modelli a corpo intero serie 1000:  1780=6.3 amp

Modelli serie 500 manuali/piedi e spot: 550=1.6 A, 530=0.9 A, 520=0.7 A.

Palmare serie 100 modello 120: =0.4 amp.

La maggior parte delle case del Nord America utilizza interruttori automatici da 15 A per circuiti da 120 volt.

Tutti questi dispositivi richiedono a terra, Alimentazione elettrica a 3 poli.

Non è accettabile e pericoloso utilizzare un dispositivo SolRx senza collegamento a terra, ad esempio tagliando il pin di terra dal cavo di alimentazione. 

Solarc dispone di dispositivi a 230 volt?

Solarc dispone di dispositivi a 230 volt?

Sì, alcuni dispositivi SolRx UVB a banda stretta sono appositamente progettati per l'uso con un'alimentazione da 220 a 240 volt/50 o 60 hertz comune in altre parti del mondo come l'Europa. Questi dispositivi hanno "-230 V" nel numero di modello. Sono le 1000 lampadine della serie 8 1780UVB-NB-230VMaster serie E a 2, 4 o 6 lampadine (E720M-UVBNB-230V, E740M-UVBNB-230V, E760M-UVBNB-230V), componente aggiuntivo Serie E a 2, 4 o 6 lampadine (E720A-UVBNB-230V, E740A-UVBNB-230V, E760A-UVBNB-230V), Mano/Piede e Punto 550UVB-NB-230Ve palmare 120UVB-NB-230V. Questi dispositivi sono generalmente disponibili in magazzino e possono essere spediti entro pochi giorni.

Tutti questi dispositivi da 230 volt richiedono un'alimentazione elettrica a 3 poli con messa a terra. Il dispositivo è dotato di un "ingresso di alimentazione C13/C14" standard internazionale che consente il collegamento di un cavo di alimentazione specifico per la regione. Potrebbe essere necessario che il cliente fornisca questo cavo di alimentazione, ma dovrebbe essere facile da trovare poiché viene spesso utilizzato anche per le apparecchiature informatiche. Non è accettabile e pericoloso utilizzare un dispositivo SolRx senza collegamento a terra, ad esempio tagliando il pin di terra dal cavo di alimentazione. Il funzionamento del dispositivo senza messa a terra può provocare folgorazione con conseguente morte.

Solarc produce dispositivi alti 4 piedi?

Non più. Realizzavamo un modello della serie 1000 chiamato "1440" che utilizzava quattro lampadine T4 lunghe 12 piedi, ma poiché le lampadine da 4 piedi sono solo 40 watt ciascuna (rispetto alle lampadine da 6 piedi a 100 watt ciascuna, 2.5 volte più potente) il dispositivo aveva una potenza totale molto inferiore rispetto ai nostri dispositivi da 6 piedi con un risparmio sui costi minimo. In effetti, ora paghiamo di più per le lampadine Philips TL4W/40 da 01 piedi a banda stretta UVB rispetto alle lampadine Philips TL6W/100-FS01 da 72 piedi. Considerati questi fattori, i dispositivi alti 4 piedi sono tecnicamente obsoleti.

Invece, per fornire il dispositivo a basso costo di cui molti pazienti hanno bisogno, ci siamo concentrati sullo sviluppo del Serie E SolRx Sistema espandibile, che, con un solo dispositivo Master, può fornire un'efficace fototerapia domestica per tutto il corpo con solo due lampadine da 6 piedi (200 watt totali contro 1440 a 160 watt) e può essere successivamente espanso secondo necessità. Molti pazienti possono ottenere risultati positivi con un solo dispositivo E-Series Master. È il dispositivo per tutto il corpo più economico al mondo.

Queste unità di terapia con luce UV producono molto calore?

No. Tutte le unità mediche per terapia della luce UV SolRx utilizzano moderne lampadine fluorescenti e reattori elettronici, ove possibile. Producono tanto calore quanto qualsiasi altra lampadina fluorescente di dimensioni simili. Tuttavia, i filamenti elettrici all'interno delle lampadine provocano un surriscaldamento locale delle estremità delle lampadine, quindi ovviamente le lampadine non devono essere toccate quando sono in funzione, soprattutto alle estremità.

La luce UV sbiadirà i colori nella stanza?

È un dato di fatto che l'esposizione prolungata alla luce ultravioletta sbiadisce i colori. Tuttavia, ciò richiede notevoli quantità cumulative di luce UV e poiché un'unità UVB domestica viene utilizzata relativamente di rado, rispetto, ad esempio, alla vernice esterna della casa esposta alla luce solare quotidiana, la nostra esperienza pratica è che lo sbiadimento del colore non è un problema. Se si verifica, è appena percettibile. L’unica eccezione possibile a ciò è che le belle arti dovrebbero essere protette.

Perché le lampadine UVB sono così costose?

Ci sono diversi motivi per cui le lampadine UVB fluorescenti mediche sono costose:

  • Per consentire il passaggio della luce UVB è necessario utilizzare vetro al quarzo costoso e talvolta difficile da ottenere. Il vetro standard filtra la luce UVB.
  • Le lampadine UVB mediche sono prodotte in quantità molto inferiori rispetto ad altri tipi di lampadine fluorescenti.
  • I prodotti medici sono soggetti a standard normativi più elevati, distribuzione controllata e maggiori costi di conformità.
  • Nel caso delle lampadine Philips TL /01 UVB a banda stretta, il fosforo (polvere bianca) all'interno della lampadina è costoso da produrre.
  • Le lampadine sono fragili e soggette a perdite dovute a danni di spedizione.
  • In Canada, Health Canada impone una “tassa” (tassa) dell’1% sulla vendita di lampadine ultraviolette mediche sostitutive tramite la “licenza di stabilimento di dispositivi medici” obbligatoria e, per aumentare ulteriormente i costi, ha obblighi di rendicontazione molto onerosi per determinare la tariffa valutata al licenziatario , oltre agli audit MDEL di Health Canada in loco ogni 3 o 4 anni.

Cosa succede se il mio dispositivo SolRx arriva danneggiato?

Qualsiasi prodotto contenente bulbi di vetro è a rischio di danni durante la spedizione. I container SolRx sono altamente sviluppati e resistenti, ma sì, ci sono momenti in cui si verificano danni. Nella stragrande maggioranza dei casi, si tratta semplicemente di una o più lampadine rotte. Il problema è raro e limitato principalmente ai dispositivi Full Body della serie 1000 e della serie E e alle loro lampadine lunghe 6 piedi. Le serie 500 e 100 utilizzano lampadine fluorescenti compatte più piccole e presentano molti meno rischi di danni durante la spedizione.

Poiché contengono vetro, i dispositivi SolRx e le lampadine sostitutive non hanno diritto all'assicurazione offerta dalle compagnie di spedizione come UPS, Purolator e Canpar; quindi per la tutela dei nostri clienti Solarc ha incluso da molti anni un Garanzia di arrivo per ogni spedizione.

In tutti i casi il cliente è pregato di accettare la spedizione anche se danneggiatae, se possibile, ripararlo localmente, poiché raramente è pratico restituire il dispositivo a Solarc.

Per informazioni dettagliate consultare la nostra Garanzia, garanzia di arrivo e politica di restituzione della merce .

Le lampade fluorescenti contengono mercurio?

SÌ. Tutte le lampade fluorescenti, comprese le lampade UVB a banda stretta fornite con i dispositivi Solarc, contengono vapori di mercurio. Il mercurio non viene rilasciato quando una lampada è intatta o in uso, tuttavia, se una lampada è rotta, deve essere pulita adeguatamente. Per procedure di manipolazione sicura, misure da adottare in caso di rottura accidentale e opzioni per lo smaltimento e il riciclaggio; per favore visita: LAMPRECYCLE.ORG. Smaltire o riciclare in conformità con le leggi applicabili. 

Pagina Web di avviso sul mercurio Solarc

Cosa succede se è necessaria una riparazione dopo la scadenza della garanzia?

Se è necessaria una riparazione dopo la garanzia è scaduta, il cliente può alternativamente:

  1. Acquistare i componenti necessari e far riparare il dispositivo localmente, avvalendosi, se necessario, di un'azienda locale di riparazione di elettrodomestici. Solarc dispone di procedure dettagliate per le riparazioni più comuni.
  2. Ottieni un'autorizzazione al reso secondo la Politica sulla merce restituita quindi imballare e pagare adeguatamente la restituzione del dispositivo a Solarc. Quindi, Solarc fornirà la manodopera di riparazione gratuitamente, ma il cliente dovrà pagare per eventuali componenti sostituiti e dovrà pagare in anticipo per la restituzione del dispositivo. 
  3. Prendere accordi per portare personalmente il dispositivo a Solarc per la riparazione. Lo ripareremo gratuitamente durante l'attesa e tutto ciò che dovrai fare è pagare i componenti che utilizziamo.

In ogni caso, faremo del nostro meglio per aiutarti a mantenere funzionante il tuo dispositivo SolRx.

Come posso effettuare un ordine?

Il modo migliore per ordinare è utilizzare Solarc Online Store.

Se si utilizza il Online Store non è possibile, scaricare, stampare e completare il documento Modulo d'ordine a mano. Assicurati di firmare i Termini e condizioni, allega la tua prescrizione, se applicabile, quindi inviala a Solarc utilizzando le informazioni di contatto fornite nell'angolo in alto a sinistra della prima pagina del modulo. I modi possibili per inviarlo includono fax, scansione ed e-mail, fotografia su smartphone ed e-mail e posta elettronica. Ricordati di conservarne una copia per i tuoi archivi. Una volta ricevuto, Solarc confermerà l'ordine e fornirà i dettagli di spedizione.

Solarc Systems spedisce negli Stati Uniti?

Sì, regolarmente. Tutti i dispositivi SolRx lo sono Conforme alla FDA statunitense. Tutti gli ordini diretti negli Stati Uniti devono essere effettuati sul nostro sito Web negli Stati Uniti all'indirizzo www.solarcsystems.com. L'importo indicato è in dollari USA ed è tutto ciò che pagherai, spedizione e intermediazione incluse. I dispositivi sono idonei NAFTA e duty free. Solarc non riscuote alcuna tassa negli Stati Uniti. Se le tasse statunitensi sono dovute, sono a carico dell'acquirente.

Il numero di registrazione della struttura FDA di Solarc è 3004193926.

Il numero del proprietario/operatore di Solarc è 9014654.

Solarc ha quattro numeri FDA 510(k) e quattro numeri di elenco FDA, uno per ciascuna famiglia di dispositivi SolRx:

  • Serie E Solarc/SolRx: 510(k)# K103204, numero di elenco D136898 (modelli E720M, E720A, E740M, E740A, E760M, E760A, E780M, E790M)
  • Serie Solarc/SolRx 1000: 510(k)# K935572, numero di elenco D008519 (modelli 1740, 1760, 1780, 1790)
  • Serie Solarc/SolRx 500: 510(k)# K031800, numero di elenco D008540 (modelli 520, 530, 550, 550CR)
  • Serie Solarc/SolRx 100: 510(k)# K061589, numero di elenco D008543 (modello 120)

Solarc Systems spedisce a livello internazionale?

Sì, spesso. Abbiamo spedito dispositivi SolRx in oltre 80 paesi diversi e disponiamo di dispositivi da utilizzare con alimentazione a 230 volt disponibili e solitamente in magazzino (ciascuno con "-230 V" nel numero di modello).

Per ridurre al minimo il rischio di danni durante la spedizione, preferiamo spedire all'aeroporto internazionale più vicino dove il cliente è responsabile dell'importazione del dispositivo, incluso il pagamento di eventuali tasse, dazi o intermediazione.

Possiamo anche spedire direttamente utilizzando DHL, UPS o FedEx, ma questo è molto più costoso e rischia di subire danni durante il trasporto via terra locale fino alla destinazione finale.

Si prega di consultare il nostro ordini internazionali pagina web per ulteriori informazioni. Siamo sempre felici di aiutare i nostri amici in tutto il mondo.

Quali sono le mie opzioni se la lampada Solarc UVB non funziona?

Solarc effettua un follow-up con ogni cliente per determinare se il dispositivo era efficace. Da ciò sappiamo che oltre il 95% dei pazienti raggiunge il successo. Per i pazienti che non raggiungono il successo, consultare il Manuale dell'utente SolRx: a volte è sufficiente aumentare la dose. Per ulteriore assistenza, parla con uno dei nostri esperti di Solarc. Non siamo medici, ma conviviamo con queste malattie della pelle e siamo totalmente immersi nel tema della fotodermatologia. Nello staff abbiamo un malato di psoriasi da sempre e un paziente/medico con vitiligine; entrambi utilizzano regolarmente la banda stretta UVB per mantenere la condizione della pelle. Naturalmente, considera anche la possibilità di consultare il tuo medico o dermatologo, potrebbero esserci altre complicazioni. Ad esempio, la psoriasi guttata può essere causata da un’infezione da streptococco che richiede un trattamento antibiotico.

Solarc non può riacquistare i dispositivi SolRx usati perché non è economicamente pratico ricostruire e ricondizionare questi dispositivi medici secondo gli standard richiesti dalle autorità di regolamentazione. Se desideri vendere un dispositivo, considera l'utilizzo di un sito Web come Kijiji.

Solarc ha uno showroom?

Edificio SollarcSì, Solarc ha uno showroom nel nostro stabilimento di produzione in 1515 Snow Valley Road a Minesing, Ontario, L9X 1K3 – che si trova vicino a Barrie, a circa 10 minuti di auto dalla Highway 400. Tutte e quattro le famiglie di dispositivi SolRx sono in mostra e gli esperti sono disponibili per aiutarti a rispondere alle tue domande. Cerca la grande "S" rossa sull'edificio, a circa 2.5 chilometri a ovest di Bayfield Street su Snow Valley Road. Idealmente, ti preghiamo di contattarci prima di arrivare al numero 1-866-813-3357, e soprattutto se desideri partire con un dispositivo SolRx. I nostri orari di apertura sono dal lunedì al venerdì, dalle 9:1 alle 4:XNUMX e dalle XNUMX:XNUMX alle XNUMX:XNUMX. Faremo del nostro meglio per aiutarti.

Ho altre domande, come posso contattarvi?

Se hai altre domande, contattaci al numero verde 1.866.813.3357 o direttamente al numero 705-739-8279. Il nostro orario di lavoro è dalle 9:5 alle XNUMX:XNUMX e siamo nello stesso fuso orario di Toronto e New York City.

Possiamo anche essere raggiunti via fax al numero 705-739-9684, via e-mail all'indirizzo info@solarcsystems.com oppure inviaci una nota adesso compilando il modulo di contatto direttamente qui sotto e ti risponderemo il prima possibile. Faremo del nostro meglio per aiutarti.

 

Contatta Solarc Systems

Sono:

Sono interessato a:

Lampadine di ricambio

5 + 13 =